Storia dell'Omeopatia nel Regno di Sardegna

L’Omeopatia nel Regno di Sardegna prima dell’Unità d’Italia

18 luglio 2017

Omeopatia ieri e oggi | Stefano Arieti

L’Omeopatia fu introdotta, a partire dalla metà degli anni trenta del XIX secolo, a Nizza, allora sotto il Regno di Sardegna, e in Provenza ad opera di un allievo di Hahnemann, il dottor Luther. Approfondiamo meglio in questo articoli quali sono stati i momenti più importanti che ne hanno segnato la diffusione.

 

Nella versione completa di questo articolo, consultabile gratuitamente previa registrazione, verranno approfonditi i seguenti temi:

L’esordio dell’Omeopatia nel Regno di Sardegna

Mentre in Francia l’Omeopatia si diffuse abbastanza rapidamente, lo stesso non si verificò nel territorio italiano. In questo approfondimento scopriamo chi sono stati i personaggi più illustri che hanno favorito lo sviluppo della disciplina e la sua pratica.

I primi provvedimenti legislativi per la regolamentazione dei farmaci omeopatici

Il 9 febbraio 1839 rappresenta una data importante nella storia dell’Omeopatia italiana ed europea in quanto, sotto il regno di Carlo Alberto di Savoia, il Regno di Sardegna emanò per la prima volta provvedimenti legislativi per regolare la vendita di farmaci omeopatici.

La nascita delle Associazioni Omeopatiche e degli ospedali

La difesa della nuova terapia avvenne, anche, tramite la costituzione di associazioni e ospedali dove le cui cure si rifacevano i principi hahnemaniani. Scopriamo i principali.

 

Fai il login per vedere l'articolo completo, oppure...
Se sei un professionista della salute Registrati alla community dedicata all’Omeopatia.
Potrai accedere all’area riservata e scoprire i contenuti esclusivi!



Libri

Dr. Reckeweg Mistery Tales – L’ultima possibilità, ep.1

IMO e Digital for Business

Mark ha finalmente deciso di tornare a Berlino per salvare la sua amata Betsy, ma la situazione si f...