Sinusite

Area ORL | Redazione

Si intende per sinusite l’infiammazione dei seni paranasali, dovuta a infezioni virali, batteriche o fungine o a reazioni allergiche.

Sinusite cronica e sinusite acuta

Si possono distinguere due tipologie di questo disturbo:

  • sinusite acuta, che a sua volta può essere primitiva, se l’infiammazione riguarda solo uno dei seni paranasali o secondaria, se l’infiammazione riguarda tutti i seni paranasali;
  • sinusite cronica.

Le cause della sinusite acuta

Le sinusite acuta può avere diverse cause scatenanti, tra cui:

  • infezione batterica, di solito da pneumococchi o streptococchi;
  • infiammazione odontogena, causata da un’estrazione dentale o da un granuloma apicale – in questo caso il seno paranasale interessato è quello mascellare con carattere nettamente suppurativo.
  • tuffi o bagni in piscina;
  • infezione virale, in cui spesso compaiono anche raffreddore o coriza acuta, cefalea e abbondante rinorrea sierosa o mucosa.

In questi ultimi tre casi, la sinusite si manifesta con dolore pungente, determinato dalla compressione delle terminazioni nervose esercitata dalla raccolta di essudato in eccesso nelle cavità nasali.
Il dolore si irradia dalla regione sotto-orbitaria e dalla fossa canina verso gli zigomi, attraverso i denti e la branca montante del mascellare.

I sintomi della sinusite acuta

Altri sintomi della sinusite acuta sono:

  • fotofobia;
  • torpore;
  • febbre;
  • rinorrea di essudato giallo-verdastro, molto denso, con striature di sangue.

Dopo la guarigione possono manifestarsi ancora, soprattutto nelle sindromi influenzali, dolori nevralgici. L’inadeguatezza o l’intempestività della terapia predispongono alla cronicizzazione del processo.

Le cause della sinusite cronica

La sinusite cronica insorge spesso con una manifestazione mono-sinusale, anche se l’etmoide è quasi sempre coinvolto. La cronicizzazione della sinusite è spesso causata da:

  • sinusiti acute o subacute recidivanti;
  • focolai odontogeni;
  • forme allergiche, che possono determinare modificazioni delle mucose sinusali le quali riducono il drenaggio delle cavità sinusali nella cavità nasali.

La sinusite cronica a tendenza suppurativa

Si possono distinguere tre forme di sinusite cronica a tendenza suppurativa.

  • La sinusite cronica etmoido-frontale rivela un difetto di drenaggio del seno frontale che può dipendere dalla conformazione sia del canale rinofrontale che del seno nasale stesso.
    La sintomatologia è costituita da

    • rinopiorrea unilaterale, ossia fuoriuscita dal naso di materiale mucoso e purulento;
    • sensazione di peso o di tensione della fronte accompagnato da dolore.

Il dolore migliora nelle prime ore del pomeriggio quando parte della secrezione nasale accumulata nella notte è stata evacuata.

  • La sinusite cronica etmoido-mascellare è dovuta agli stretti rapporti di contiguità che esistono tra le vie di drenaggio del seno mascellare e dell’etmoide anteriore. Se l’interessamento è a carico solo del seno mascellare la causa è spesso odontogena.
    In entrambi i casi, i sintomi sono costituiti da:

    • rinopiorrea unilaterale, in alcuni casi maleodorante;
    • percezione soggettiva di cattivi odori;
    • senso di peso alla mascella; cefalea mattutina.

Non vi è dolore, che compare solo nelle riaccensioni della sinusite.

  • La sinusite cronica etmoido-sfenoidale è caratterizzata, soprattutto, da cefalea localizzata al vertice, che si irradia alla nuca e alla spalla. Oltre a ciò, si può avere una faringite cronica con bisogno di deglutire per il continuo scolo posteriore di catarro.

COII


Libri

Dr. Reckeweg Mistery Tales – Draghi e labirinti

IMO e Digital for Business

Cinque amici, attorno a un tavolo pieno di mappe, draghi e labirinti, condividono incredibili avvent...