Laringite

Area ORL | Redazione

Si definisce laringite l’infiammazione della laringe e delle corde vocali in essa contenute.
Questo processo infiammatorio può verificarsi durante il decorso di una delle seguenti patologie:

  • bronchite;
  • polmonite;
  • influenza;
  • pertosse;
  • morbillo;
  • difterite.

Laringite: cause

Tra i fattori scatenanti che possono provocare una laringite troviamo:

  • uso eccessivo delle corde vocali;
  • reazioni allergiche;
  • inalazione di sostanze irritanti come il fumo di sigaretta.

Laringite acuta e laringite cronica

Si possono distinguere due tipologie di questo disturbo:

  • laringite acuta;
  • laringite cronica.

Laringite acuta

L’infiammazione acuta della laringe interessa solitamente la mucosa e solo raramente ne coinvolge lo scheletro cartilagineo e la tonaca muscolare.

Laringite acuta catarrale e laringite acuta edematosa

Tra le forme acute si distinguono classicamente:

  • la laringite catarrale;
  • la laringite edematosa.

Laringite acuta catarrale

La laringite acuta catarrale è spesso accompagnata o preceduta da un analogo processo a livello del rinofaringe.

Laringite acuta catarrale: sintomi

I sintomi della laringite acuta catarrale, in una prima fase, sono:

  • disfonia;
  • voce rauca;
  • gola secca;
  • tosse stizzosa e secca.

In una seconda fase compaiono:

  • espettorazione di catarro vischioso e denso, ma scarso;
  • disfonia, soprattutto al mattino;
  • talvolta afonia completa.

La mucosa laringea appare congesta e arrossata, particolarmente nella zona delle corde vocali.

Se l’infiammazione si estende alla muscolatura della laringe, compare una miosite accompagnata da paresi, soprattutto dei muscoli vocali e interaritenoidei.

Laringite acuta catarrale: cause

L’eziologia della laringite acuta non è del tutto nota, ma sembra sia legata alla presenza di un virus associato a diversi microrganismi quali:

  • l’Haemophilus influenzae;
  • lo Stafilococco;
  • lo Pneumococco.

La laringite acuta può costituire anche un quadro di accompagnamento di numerose malattie infettive come:

  • l’angina erpetica;
  • l’angina monocitica;
  • la stomatite aftosa;
  • il tifo;
  • la febbre maltese;
  • la varicella;
  • il vaiolo;
  • l’influenza;
  • il morbillo.

Laringite ipoglottica: una forma di laringite acuta edematosa

Tra le forme di laringite acuta a impronta edematosa è opportuno ricordare la laringite ipoglottica infantile, un’affezione a decorso talora iperacuto, che colpisce i bambini (in prevalenza maschi) nei primi quattro anni di età, quasi sempre nella stagione invernale.

Laringite acuta e omeopatia

La terapia omeopatica trova indicazione sia nelle fase di cura delle laringiti acute sia nella prevenzione.

Laringite cronica

Se il soggetto è predisposto, la laringite può assumere andamento recidivante e trasformarsi gradualmente in laringite cronica.

Laringite cronica: cause predisponenti e cause determinanti

L’eziologia della laringite cronica distingue cause predisponenti e cause determinanti, che però possono sovrapporsi o scambiarsi di ruolo in soggetti o in situazioni particolari.

Cause predisponenti possono essere:

  • malattie dell’infanzia come
    • adenoiditi,
    • malattie esantematiche;
  • gli sforzi vocali a cui i pazienti possono essere soggetti nel periodo scolare;
  • disvitaminosi (dovute ad esempio a una carenza di vitamine A e PP);
  • gravidanza;
  • malattie del ricambio come
    • diabete,
    • gotta;
  • insufficienza epatica;
  • insufficienza o mancanza del filtro nasale dell’aria inspirata per
    • adenoiditi,
    • polipi nasali,
    • deviazioni del setto
    • riniti croniche;
  • presenza di aria inquinata da polveri di tipo
    • animale,
    • minerale,
    • vegetale;
  • inquinamento da sostanze chimiche come
    • vapori di cloro,
    • anidride solforosa,
    • acido nitrico,
    • acido solforico,
    • arsenito di sodio,
    • fosforo,
    • benzolo,
    • formaldeide;
  • tabagismo;
  • abuso di alcool;
  • congestione della laringe dovuta alla professione svolta, possibile per alcune categorie come
    • avvocati,
    • insegnanti,
    • cantanti,
    • venditori ambulanti;
  • inquinamento acustico che obbliga a uno sforzo vocale;
  • stasi venosa cervicale;
  • fenomeni vasomotori in situazioni ormonali fisiologiche particolari come
    • la pubertà,
    • il periodo mestruale;
  • fenomeni vasomotori in situazioni ormonali patologiche, a carico soprattutto della tiroide.

Cause determinanti per il manifestarsi di una laringite cronica possono essere:

  • processi infiammatori acuti o recidivanti della laringe, come avviene
    • nelle laringiti acute influenzali,
    • nelle laringiti presenti nel decorso della scarlattina o della rosolia;
  • processi suppurativi cronici naso-sinusali come
    • la sinusite etmoido-frontale purulenta cronica,
    • la sinusite etmoido-mascellare.

Nei pazienti sono spesso presenti correlazioni strette tra:

  • laringiti croniche;
  • adenoiditi muco-purulente;
  • tonsilliti croniche caseose;
  • riniti croniche mucopurulente.

ll prolungarsi di una tonsillite faringo-laringea può, anch’esso, costituire un focolaio che fornisce un continuo stimolo infiammatorio destinato a sfociare verso una lenta e inesorabile cronicizzazione.

Due tipologie di laringite cronica: forme diffuse e forme circoscritte

Le laringiti croniche possono essere suddivise in due categorie:

  • forme diffuse;
  • forme circoscritte.

Laringite cronica: sintomi

La sintomatologia delle “forme diffuse” è costituita da iperemia delle corde vocali e del vestibolo, secondaria a un processo catarrale con secrezione mucosa o mucopurulenta sia fluida sia densa e crostosa, accompagnata da un ispessimento delle false corde.

La sintomatologia delle “forme circoscritte” evidenzia la presenza di catarro mono o bilaterale circoscritto alle corde vocali, che presentano uno stato di edema cronico.

Se è coinvolto l’epitelio di rivestimento con un’importante reazione epiteliale si parla di pachidermia, mentre se si verificano processi di corneificazione epiteliale si parla di leucoplachia.

Pachidermia laringea

La pachidermia bianca e la pachidermia verrucoide sono considerate per un criterio statistico stadi ad alta probabilità di precancerosi.

La sintomatologia funzionale è caratterizzata da:

  • vari gradi di disfonia
    • non costante,
    • correlata all’attività lavorativa del paziente,
    • peggiorata dall’uso della voce,
    • aggravata al risveglio a causa dell’accumulo notturno delle secrezioni;
  • tosse;
  • parestesie faringo-laringee;
  • talvolta dispnea.

Curare la laringite cronica con l’omeopatia

L’omeopatia può essere molto utile in caso di laringite cronica:

  • per disinfiammare e disinfettare la laringe;
  • per ridurre la reattività a livello delle mucose coinvolte e proteggere il loro trofismo;
  • per regolarizzare le reazioni immunitarie.

COII


Libri

Dr. Reckeweg Mistery Tales – La casa stregata

IMO e Digital for Business

Nella vasta biblioteca di casa Reckeweg un vecchio libro attira l’attenzione di una curiosa Betsy:...