Ansia

Area Psicologica | Redazione

Si definisce ansia la condizione psichica e fisica stressante che si accompagna alla paura di ciò che si presume possa accadere: fa parte della natura umana ed è una condizione fisiologica determinante in molti momenti della vita.

L’ansia è una malattia?

L’ansia è funzionale al proteggerci dai rischi, mantenendo lo stato di allerta e migliorando le prestazioni psichiche e fisiche necessarie ad affrontare la situazione critica, reale o immaginaria che sia.

Fino a quando l’ansia mantiene il suo ruolo di primum movens in direzione dell’esplorazione dell’ambiente, della ricerca di spiegazioni e rassicurazioni o, alternativamente, di vie di fuga, è da considerare un meccanismo non solo utile ma addirittura indispensabile.

Quando però il pericolo paventato in realtà non esiste e quando questa situazione si ripresenta continuamente, allora l’ansia diventa una patologia e come tale va diagnosticata e curata.

L’ansia è ereditaria?

L’ansia come elemento disfunzionale patologico spesso è di natura ereditaria e il soggetto che ne è affetto ha almeno un familiare con la medesima patologia.

Ansia: cause

Recenti studi riguardo agli aspetti biologici dell’ansia indicano come causa primaria un alterato equilibrio di neurotrasmettitori generato da una iperproduzione di noradrenalina a cui corrisponderebbe una ipoproduzione di serotonina e GABA.

Ansia: i primi sintomi

In tutti i soggetti ansiosi, indipendentemente dall’evoluzione del quadro clinico, possiamo trovare in origine gli stessi atteggiamenti mentali:

  • scarsa concentrazione;
  • perfezionismo;
  • pensieri negativi riguardo al futuro;
  • bisogno di approvazione;

Tutto questo conduce il soggetto a provare sensazioni fisiche che sono vere e proprie alterazioni del funzionamento dell’organismo.

Ansia: sintomi fisici e psichici

Quando i sensi allertati non trovano nessun pericolo da fronteggiare né minacce da evitare, e quando la preoccupazione eccessiva continua ad alimentare questo stato di attesa apprensiva riguardo alla maggior parte degli eventi o delle attività della giornata, cominciano a manifestarsi sintomi fisici, talvolta di notevole entità, che sembrano indicare difetti o disfunzioni di natura organica che non sono correlabili con alcuna causa fisiologica, ma sono reali e danneggiano in modo significativo la qualità della vita, la produttività e le relazioni sociali.

Questo stato di continua ipereccitabilità innesca una reazione a catena fatta di:

  • tensione emotiva;
  • insonnia;
  • somatizzazioni a livello di diversi organi;

si instaura così un circolo vizioso, che si autoalimenta inducendo un progressivo aggravamento del quadro generale.

I sintomi più frequentemente riscontrabili dal protrarsi nel tempo dello stato ansioso sono quelli a carico:

  • dell’apparato gastroenterico come
    • pirosi gastrica,
    • duodenite,
    • ulcera;
  • dell’apparato cardiovascolare come
    • palpitazioni,
    • tachicardia,
    • pressione alta,
    • infarto.

Meno allarmanti, ma altrettanto invalidanti dal punto di vista della qualità della vita, sono:

  • la cefalea muscolo-tensiva;
  • il mal di schiena;
  • alcune forme di dermatosi;
  • la psoriasi;
  • il calo delle difese immunitarie;
  • l’insonnia.

I quadri sintomatologici che sottendono l’ansia come causa scatenante sono in genere piuttosto compositi e comprendono di solito più di una delle disfunzioni sopra elencate.

Ansia: terapia

Un’efficiente terapia per l’ansia deve affrontare sia l’aspetto eziologico dello squilibrio emozionale, causato dalla sensibilità eccessiva per cui il soggetto si agita e viene scosso emotivamente anche a causa di modeste o banali sollecitazioni, sia l’aspetto sintomatico.

Ansia: medicinali omeopatici

In omeopatia la sintomatologia ansiosa viene affrontata tradizionalmente con diversi rimedi che sono stati riuniti in complessi, molto utili ed efficaci per il trattamento dei sintomi dell’ansia.

IMO Academy

COII


Libri

Omeopatia Oggi: 2020-63

IMO

Ad aprile 2020 è uscito il n°63 di Omeopatia Oggi che si apre con un editoriale che tratta dell'ap...